Le 4 personalità del Controller! E tu… che tipo di Controller sei?

Lo scienziato, il pilota, l’ingegnere, il coach: i diversi profili del Controller di oggi.

La figura del Responsabile Amministrativo si arricchisce sempre più di aspetti strategici, legati alla valutazione e pianificazione delle performance. Ma con quali tratti caratteriali i Controller affrontano le sfide del loro ruolo? Di seguito, lo studio “CFO Insight” condotto da Michael Page, marchio di Page Group specializzato nella selezione di professionisti qualificati. E tu… in quale tipologia ti riconosci?

LO SCIENZIATO | Le sue decisioni sono basate su dati e principi logici ed ama presentare i dati aziendali solo in formati chiari e comprensibili.

Lo scienziato è il controller con una notevole passione nel generare i dati, nel gestire l’architettura tecnologica e nell’allineare tutti sistemi aziendali. Il suo obiettivo è produrre un reporting efficiente! Cerca e trova modi per presentare i dati in formati immediati e comprensibili, esplora le nuove possibili aree di redditività e tende a scoprire aree di inefficienza ed il potenziale inutilizzato tra le varie funzioni.

E’ chiamato “lo scienziato” perché rivolge in modo sistematico e scientifico la sua attenzione al mercato, basando le decisioni solo su dati e principi logici, anziché sull’esperienza.

Solitamente ama lavorare in collaborazione con il direttore operativo (COO) ed il responsabile informatico.

IL PILOTA | Ha una visione globale e complessiva dell’impresa, per questo riesce ad anticipare le problematiche strategiche ed operative aziendali.

Il pilota è il controller che dà la priorità a non perdere opportunità di mercato! Solitamente dotato di buone competenze strategiche e di business, sa analizzare, pesare e misurare le performance ed è in grado di sviluppare valore all’interno dell’organizzazione.

Avendo una visione a 360 gradi dell’azienda e conoscendone ogni ambito, sa cogliere con pronto anticipo le criticità operative e strategiche, e le cura spingendo per il dialogo fra le parti interessate e l’integrazione fra i vari sistemi aziendali. Propone incentivi e premi, studia nuovi modelli di business per rivitalizzare costantemente l’azienda e renderla più redditizia.

Il pilota si interfaccia bene con tutte le funzioni aziendali, col management, col CDA e con gli stakeholder esterni.

L’INGEGNERE | E’ l’artefice della base di conoscenza dell’azienda, che si fonda sul coordinamento di persone e sistemi.

L’ingegnere è il Controller che ama organizzare e coordinare i ruoli ed i regolamenti all’interno dell’azienda, creando basi solide anche per il futuro aziendale. E’ solito costruire strategie intorno alle regole e, per sua sicurezza, gestisce le funzioni di contabilità, finanza, tesoreria, amministrazione, bilancio e pianificazione.

Il suo obiettivo è trarre il maggiore valore dalla visione della Direzione Generale!

Crede nello sviluppo costante del personale e si concentra sulla creazione del team ideale con competenze e atteggiamento corretti. E’ estremamente attento alla protezione dei dati ed al modo in cui i dipendenti utilizzano i sistemi informatici aziendali. E’ molto legato all’integrazione di nuovi sistemi con quelli esistenti, mantenendone forte la qualità e l’affidabilità.

IL COACH | Per lui la vera sfida si gioca esclusivamente sulle competenze

Il coach è colui che sa che deve costruire oggi il team di domani. Per questo, è l’insegnante dei colleghi e promuove una cultura del lavoro fondata su caratteristiche definite ma accessibili: precisione, allineamento, comportamento.

E’ focalizzato sulla ricerca dei talenti ed ha il ruolo di guida, ama unire persone e tecnologie per migliorare le prestazioni attraverso lo sviluppo delle capacità nell’intera organizzazione.

Sa che è necessario formare il proprio team non solo per essere in grado di analizzare i dati, ma anche per presentare i risultati in modo chiaro e facilmente leggibile. Per questo, il suo vero obiettivo è mettere a disposizione nuove competenze e metodologie di lavoro, che siano stimolanti e al passo con i tempi, adatte alle nuove giovani generazioni. E’ spesso promotore del cambiamento, e sa sfruttare la propria visibilità all’interno dell’azienda per sensibilizzare i dipendenti anche su aspetti delicati come Privacy e GDPR.

E tu… che Controller sei? Scrivilo a marketing@kventure.it